sabato 30 dicembre 2017

SERIE A2: UNA RAVENNA PIU' LUCIDA NEL FINALE ESPUGNA IL PALANORDA NELL'ULTIMA GARA DEL 2017

 .
dal sito www.bb14.it
.
Bergamo si arrende all’OraSì Ravenna 82-87, dopo 40 minuti giocati in maniera encomiabile da Ferri e compagni: un primo tempo di enorme sostanza, fatto di tanta aggressività ed energia, ed una ripresa in cui il fiato corto ha iniziato a farsi sentire dopo il 30’, quando Ravenna ha raddrizzato l’incontro. Nonostante questo a condannare i gialloneri sono gli ultimi 2 minuti di gioco, nei quali i romagnoli si sono aggrappati al duo americano Rice-Grant per prendersi i due punti. Bergamo resta in zona play-out e ora è attesa dalla prima sfida del 2018 in casa dell’Uniuero Forlì, domenica 7 gennaio.

Avvio su buoni ritmi da entrambe le parti, Bergamo prende il primo significativo vantaggio dopo 3 minuti (12-4) grazie alle triple di Solano, Fattori e ad un contropiede di Ferri. Ravenna prova a rianimarsi con Grant e Giachetti (15-10 al 6’), ma Fattori ricaccia i giallorossi a -10 con sette punti filati, dando a Bergamo tutta l’energia di cui hanno bisogno i gialloneri. I padroni di casa proseguono nel loro momento-sì, e chiudono saldamente avanti il primo quarto 31-19, con un clamoroso gioco da quattro punti di Solano quasi sulla sirena.

Bergamo non accenna a diminuire la grinta e vola al massimo vantaggio (36-19 al 13’) dopo un gioco da tre punti di Bozzetto, difendendo con il coltello tra i denti. Ravenna fatica contro le difese ordinate da coach Ciocca, Sergio sfonda per il +17 prima di un doppio gioco da tre punti di Rice che dà la scossa ai suoi (42-31 al 16’); di rientro da un time-out Bergamo si riprende con Sanna e Solano (48-36 al 18’), e Giachetti tiene Ravenna in scia con i punti che danno il 50-42 a Bergamo al 20’.

Di rientro dagli spogliatoi Zohore e Sanna replicano a Rice e Grant (55-49 al 23’), con i romagnoli che dimostrano un’altra faccia rispetto ai primi 20’; Grant e Giachetti, dopo un contropiede, mettono Ravenna a soli 2 punti di distanza, costringendo Ciocca al time-out. Ancora Grant colpisce dal pitturato (57-56 al 25’) prolungando il periodo di rottura di Bergamo, che viene interrotto da una tripla di Cazzolato per il boato del PalaNorda. Si procede punto a punto, Ravenna aggancia e sorpassa al 28’ con Rice (61-62), e tiene il vantaggio in vista degli ultimi 10 minuti di gioco (65-67 al 30’).

Fattori impatta col jumper dalla media, ma Rice ricaccia indietro Bergamo con quattro punti consecutivi (67-71 al 32’); Mascherpa non ci sta e col gioco da tre punti tiene i gialloneri in corsa, Montano ed il solito Grant danno il +6 a Ravenna. Bergamo tiene con le unghie e con i denti dopo aver speso tantissimo nei primi 30’, Sanna dà speranza con la tripla del -3 (75-78 al 37’), Solano dalla lunetta ricuce ulteriormente ed è ancora Sanna dall’angolo a dare gioia a Bergamo. Dopo l’ultimo vantaggio a firma Solano (82-80 a 2’ dalla sirena), Ravenna trova con Rice la tripla del sorpasso, Grant mette il tap-in del +3 a 33” dalla fine, il lay-up di Solano del possibile -1 fa il giro del ferro e sulla susseguente azione Rice congela la vittoria per Ravenna con un 2/2 dalla lunetta per l’82-87 finale.
.