sabato 4 giugno 2016

SERIE B, FINALE PLAYOFF: BERGAMO AD UN PASSO DAL SOGNO


 .
Continua il sogno promozione della Co.Mark Bergamo Basket 2014, che supera in gara 3 la GSU Udine e si porta a condurre 2-1 nella serie, potendosi giocare un imperdibile match ball questa Domenica, ancora sul proprio campo e davanti ai propri tifosi.
Più di 1000 persone hanno assistito all'ennesima splendida gara dei bergamaschi, bravi a rimanere a contatto in un terzo quarto asfittico dal punto di vista offensivo e poi in grado di non sbagliare più un colpo negli ultimi meravigliosi 5 minuti di gara.
Bergamo parte a razzo (7-2 al 2') grazie a Panni e Ghersetti (out dopo pochi minuti per l'ennesima pesante situazione falli), ma i friulani rispondono immediatamente grazie a uno Zacchetti da 9 punti nei primi dieci minuti di gara (14-16 al 6', 17-20 al 10').
Chiarello, Scanzi e Bloise sono i protagonisti di inizio secondo quarto (24-20 al 12'), ma sarà l'unico doppio possesso di vantaggio fino all'intervallo (24-24 al 15', 31-31 al 18'. 36-37 al 20').
Udine rispetto alle prime due gara cambia qualcosa a livello difensivo, alternando uomo e zona anche all'interno della stessa azione: la Co.Mark è costretta per più di 4 minuti al digiuno offensivo (36-39 al 34'), ma la formazione orobica è bravissima ad aggrapparsi a sua volta alla propria difesa e riesce a non far scappare gli avversari (42-42 al 26'). Una tripla siderale di Bloise vale il +3 (49-46) al 30'.
Chiarello nel primo possesso dell'ultimo quarto porta a sei i punti di vantaggio BB14 (52-46), ma neanche il tempo di gioire e i bianconeri friulani piazzano un midiciale controbreak di 9-0 (52-55 al 33') grazie a Poltroneri, Pinton e Ferrari. La tensione è evidente, entrambe le tifoserie cercano di farsi sentire ed è Bergamo a provare l'allungo decisivo con Pullazi, Panni e Ghersetti (70-64 a 2'34" dal termine). Udine non ne vuole sapere di arrendersi e due triple di Porta e Pinton riportano in un amen le due squadre in parità (70-70 a 1'52"). Un glaciale Planezio dalla lunetta riporta avanti i gialloneri, abili poi a recuperare palla con una splendida difesa di squadra su Castelli; il fallo di reazione dell'ala udinese, il tecnico comminato a coach Lardo e la schiacciata di Ghersetti sulla susseguente rimessa permettono a Bergamo di dare la spallata decisiva, chiudendo gara 3 con il risultato finale di 78-72.
.
Domenica 5 Giugno potrebbe diventare così una giornata memorabile per il basket cittadino bergamasco, a un passo davvero dal sogno di tornare in serie A: appuntamento con la storia fissato alle ore 18.00 presso il CS Italcementi.
.